1000 Curve 2018
17/03/2018 Umbria - Orvieto (TR) 345 Km

“Cari Bikers
Puntuali come un orologio svizzero
Alla vigilia del “solstizio di primavera”
Appena dopo le “idi” ci aspetta un classico del nostro repertorio
Siamo in territorio umbro sul nobile asfalto di Prodo e Colonnetta di Prodo .....
so che vi sudano già le mani solo a pronunciare questi nomi .....😁
Sua maestà: “La mille Curve”…


“A Dotto’, pure co’ ‘sto tempo…e te porti pure ‘a creatura… Boh!”. Così ha esordito, con sorpresa, il taciturno e schivo benzinaio, mentre riempiva il serbatoio, sicuramente animato da paterna premura. Come dargli torto, ci siamo presentati al distributore in perfetta tenuta da viaggio e con la visiera bagnata. Il cielo era di un grigiore da paura ed il meteo aveva appena trasmesso il bollettino di allerta pioggia, intensa e diffusa.
“Il coraggio è abitudine…” dice Gate.
“Mah! Forse la nostra è solo una senile incoscienza…” andavo pensando mentre ci avvicinavamo al bar del Matematico, già pregustando la ghiotta colazione all’ arrivo.
All’ora convenuta gli Incursori, “nocciolo duro” della CIMF, si rimettono in moto e si dispiegano in fila indiana per risalire la sinuosa Flaminia, “palestra” di tanti neofiti biker.
Anche stavolta è presente l’indomita rappresentanza Femminile.
Lungo il percorso c’era ad attenderci il “Doctor” in sella al suo ultimo acquisto: una seducente BMW Bagger 1600 nera.
Andare per la “Mille Curve” non è soltanto un’ esperienza da vivere in sella alla propria moto ma è anche un modo di testare la idoneità psico-fisica individuale e la tenuta della capacità di concentrazione sotto uno stress neuro-muscolare prolungato.
Qui entrano in gioco il pilota e la sua abilità al manubrio nell’affrontare le volute e le pieghe con micrometrica precisione. E’, per dirla in gergo, dove puoi verificare di “avere manico…” nel pennellare geometrie sempre più serrate e avvincenti. Vie di fuga non ce ne sono: con muretti bassi, cunette, alberi in banchina e guard-rail sempre in agguato. Quindi attenzione, anche il minimo errore e si rischia di grosso…
Le curve sono tutte molto strette. Si passa da curve aperte e veloci a tornantini che stringono all’improvviso. Subito bisogna imparare a prenderne il ritmo, altrimenti si va in affanno ed il gruppo si sfalda. A volte può risultare stancante fisicamente, qui spesso si soffre il “mal di mare” e i polsi sono dolenti. La “Mille Curve” si può sicuramente definire un potente banco di prova per motociclisti provetti.
Nelle vicinanze di Prodo la salita si fa sentire, con la linea di mezzeria che si attorciglia e il paesaggio galeotto che spalanca le finestre sul lago di Corbara.
Ad un certo punto, via via che il ritmo si fa più frenetico e spedito, hai la sensazione di sentirti un tutt’uno con la moto che, liberandosi da ogni gravità fisica o limite di sistema, sembra sollevarsi con accelerazioni mai provate prima e con un “sound” tipico di un 2T, inebriandoti.
La “Mille Curve” è un percorso molto ambito dai motociclisti, i quali possono divertirsi tra curve e tornanti tanto da non rimpiangere i ben più blasonati itinerari montanari, per poi ritrovarsi tutti insieme, alla fine del viaggio, affratellati in un Agape rituale ed affrontare la ben più ardua esperienza culinaria al “Girarrosto del Buongustaio” di Orvieto, dove siamo stati raggiunti da Raffaella, Simona e Tencol.
“Buon Appetito e arrivederci alla prossima uscita con la C.I.M.F. !”


https://youtu.be/azHdWgoiXTs

New website comparing prices on used and recycled mobiles
Visualizza la galleria su FLICKR

Hanno partecipato:
Gianluca “Gate” Montagano
Luca “Kirie” Chirieleison
Ottone “Leonida” Salvati
Stefano “Pieraccia” Pieracciani
Roberto “RobdeGoy” de Goyzueta
Arturo “Art” Scognamiglio
Fausto Giuliani
Enrico “Ruen” Ruzzi e Giovanna
Fabrizio Verdura
Rosario “Rory” Calandruccio
Filippo “Frallone” Tancioni
Gino Zara
Francesco Ruccella


Torna all'elenco incursioni
Condividi:
Facebook Google Pinterest Twitter Whatsapp Whatsapp



Ultime Notizie:
26/10/2020
Cari Bikers dopo ampie riflessioni il Board Tenuto conto delle DPCM 24ottobre2020 ha preso la... continua a leggere

11/10/2020
Cari Bikers Ottobre mese della vite e della zucca Ottobre mese del Columbus day e di halloween ... continua a leggere

06/09/2020
Cari Bikers Ripartiamo Finalmente Ripartiamo di slancio Ripartiamo volitivi Le mucche scal... continua a leggere

11/07/2020
Cari Bikers Ci siamo anche col solleone Alla fine si lascia sempre il meglio Saved the best for... continua a leggere

02/06/2020
Cari Bikers, Finalmente...Finalmente...Finalmente .. Scrivo .. Scrivo per noi. Scrivo per ricominci... continua a leggere

13/03/2020
In relazione al perdurare della situazione epidemiologica da COVID-19, nonché a seguito dell’eman... continua a leggere


Contatti | Login
© 2018 Compagnia Incursori Motociclisti Famelici
Seguici su